bilancia23 Settembre – 22 Ottobre

Settimo segno dello Zodiaco, (si estende dal grado 180 al grado 210).
Segno: cardinale, femminile.
Pianeta governatore: Venere.
Pianeta in esaltazione: Saturno.

Secondo segno della triade dell’elemento Aria. L’aria della Bilancia è l’aria dolce e fresca dell’inizio dell’autunno.
Corrispondenza stagionale: inizio dell’autunno, il periodo dell’equinozio d’autunno in cui i giorni e le notti si equilibrano, poi, poco alla volta, sopravanzerà la notte.
Corrispondenza alle case dello Zodiaco: il segno della Bilancia corrisponde alla VII casa dello Zodiaco. Simbologia: rapporto io altri, associazioni, matrimonio, società, contratti.
Corrispondenza alle età dell’uomo: inizia il passaggio umano dalla vita alla morte materiale.

Il geroglifo : rappresenta una linea superiore rivolta verso l’alto (simbolo dell’elevazione dello spirito) e una inferiore rivolta verso il basso (simbolo del contatto con la materia); dualismo di anima e forza. L’immagine della Bilancia è costituita da due elementi che si equilibrano a vicenda e, quindi, essa è espressione dell’equilibrio e della giusta misura di tutte le cose. Nel segno della Bilancia l’Io trova il suo equilibrio, il suo complemento nell’altro, dimenticando il suo modo egoistico di esistere per andare incontro a un nuovo essere complementare. Questo simbolo è, quindi, espressione di unione di forze, di immagini, di persone. Il mito più consono a rappresentare questo segno è senza dubbio quello di Psiche ed Eros, in quanto in esso è rappresentata la ricerca dell’immagine ideale dell’Altro, che non sempre si realizza nella dimensione umana. Psiche ed Eros significano l’impossibilità di trovare nella natura umana l’equilibrio ideale.

Caratteristiche generali del segno: la ricerca dell’equilibrio, dell’unione, dell’armonia, dell’affermazione dell’Io unito all’Altro, esprimono l’essenza primaria di questo segno. La Bilancia è governata dal pianeta Venere, dea dell’amore, dell’armonia, dell’ordine, dell’equilibrio. La Venere bilancina non è più la Venere sensuale, volitiva del Toro, ma è una Venere più femminile e razionale che domina la propria istintività con la ragione. La presenza del pianeta Saturno, unito a Venere, crea equilibrio e quella raffinatezza formale, che esprime la giusta misura di tutte le cose, caratteristica essenziale del modo di impostare la vita dei bilancini.Il tipo Bilancia si presenta quindi come un individuo in cui il sentimento ha un’importanza preponderante, ma è un sentimento molto maturo, rafforzato dalla ragione. Si presenta molto socievole, affabile, comunicativo nei contatti umani, anche se controllato e spesso piuttosto formale per un bisogno di difendere il proprio Io. L’intelligenza è aperta, acuta, riflessiva; la volontà e la forza di decisione sono invece piuttosto carenti ed egli oscilla in una perenne indecisione finché la vita, le circostanze o gli altri decideranno per lui. Attributi del carattere: socievolezza, diplomazia, desiderio di accomodamento, disponibilità, indolenza, passività, eleganza formale, raffinatezza estetica.

Corrispondenza anatomica: vescica, fegato, pancreas, reni, pelle. Parola chiave: «Noi siamo». Il tipo Bilancia rifugge dagli eccessi di qualsiasi tipo, ha gesti misurati, il suo look è classico e impeccabile, assolutamente privo di contrasti stridenti, giocato sulle nuances dei colori pastello, dei beige, dei cipria; parla con voce sommessa ma non monotona. Sia lei che lui sono sempre misurati, controllati, eleganti, ma non appariscenti, sembrano usciti da una rivista d’alta moda. E il segno che nello Zodiaco ha più classe, raffinatezza istintiva e innato buon gusto. Ed è poi proprio questo suo modo di presentarsi al meglio, oltre al sorriso dolce e accattivante, che fa sì che questo segno abbia un altissimo indice di gradimento da parte degli altri, ed è questa totale accettazione da parte degli altri la base su cui poggia il suo istintivo equilibrio. Il tipo Bilancia realizza il suo condizionamento zodiacale ricercando inconsciamente, da sempre, il suo essere complementare, vivendo un inconscia paura del distacco, quasi che in una esistenza precedente la vita a due fosse stata così idiliaca da fargli avvertire, fin dalla nascita, il vuoto della separazione da qualcuno o da qualcosa, vuoto che esige assolutamente di essere colmato. Ed è in questa profonda quanto inconscia sensazione di separazione che emerge, più prepotente che mai, la simbologia dei miti di Eros e Psiche alla perenne ricerca dell’immagine ideale dell’altro. Questa sensazione di distacco è dolorosa per il tipo Bilancia e il costante bisogno che egli ha di armoniosi ed equilibrati rapporti col mondo circostante tendono appunto a lenire tale dolore. La Bilancia, allora, mette la sua intelligenza, la sua disponibilità e la sua capacità di creare attorno a sé atmosfere armoniose a disposizione del prossimo, rendendosi indispensabile per creare situazioni di equilibrio sia che si tratti di un contesto sociale, politico, giuridico, mondano, lavorativo. Parte del suo scopo esistenziale è così raggiunto, ma ancora egli dovrà trovare il suo complementare perfetto, con cui creare un profondo e duraturo legame dal quale trarre la certezza di aver raggiunto quell’elemento di stabile sicurezza esistenziale di cui ha bisogno come dell’aria per respirare. Per la Bilancia la presenza del suo complementare è assolutamente indispensabile, e quindi la cosa che è al primo posto nella sua scala dei valori è il matrimonio, legale, consacrato e ufficialmente riconosciuto: così avrà raggiunto il suo equilibrio intimo.Sia l’uomo che la donna Bilancia, quindi, hanno un vitale bisogno di trovare il loro compagno ideale, col quale percorrere tutta la strada della vita. Tutto il resto, di fronte a questa esigenza, perde importanza: patria, famiglia, lavoro, denaro. La Bilancia è l’unico segno nello Zodiaco che anteporrà sempre il partner e il proprio saldo legame con lui a ogni altra cosa; neppure i figli interferiranno più del necessario nella vita di coppia, e se malauguratamente il bilancino dovesse fare una scelta, questa sarà forse l’unica occasione in cui non avrà dubbi: la priorità andrà al matrimonio. Coloro che appartengono a questo segno non amano essere troppo coinvolti nelle responsabilità, che riescono a scaricare sugli altri con disarmante affabile nonchalance, orientando i propri interessi verso scopi più gratificanti e appaganti sul piano affettivo ed estetico: l’amore, lo stile di vita estremamente raffinato, una cerchia di amici che sapranno perfettamente bilanciare e amalgamare interessi sociali e artistici. Il grande desiderio di armonia interiore e la sete di giustizia sono i loro principali obiettivi, e il rifiuto dell’aggressività, i modi garbati e il fare distaccato con il supporto della sottile intuizione li porta sovente a occupare posizioni di prestigio, spesso senza avere faticato troppo. Un elegante distacco e un’inattaccabile savoirfaire sono la loro risposta al tentativo di interferire nel loro privato che amano proteggere con discrezione. In apparenza i bilancini sono piuttosto influenzabili e concilianti, ma in realtà usano l’apparente distacco per proteggere la loro autonomia, e applicando con imparzialità i ferrei principi della giustizia, possono rivelarsi molto severi e freddi nel giudicare duramente le colpe altrui. Questo segno, però, non ha una grande vitalità e non regge a lungo le forti pressioni, ha bisogno di continui stimoli affinché resti vivo l’interesse, altrimenti si impigrisce e diventa malinconico. La Bilancia, non tollerando la solitudine, ha bisogno di un contatto armonioso con gli altri, è molto percettivo alla bellezza e al lato estetico delle cose, ha una sensibilità calda e sofisticata, ma se c’è una situazione che può metterlo in fuga sono le tensioni che preludono la battaglia. Nonostante sia dotato di massicce dosi di sensibilità che lo portano spesso a captare gli stati d’animo altrui, ha però un’invidiabile lucidità di giudizio che non si lascia appannare nemmeno dai sentimenti che, ormai si è capito, sono il suo punto debole. La Bilancia non consente alcuna influenza sulle proprie facoltà critiche non dà mai nulla per scontato e rifiuta le affermazioni categoriche e dogmatiche. Il suo grande equilibrio, il suo savoir faire, la sua grande dolcezza possono trarre in inganno; dietro l’aspetto formale si nascondono una grande imparzialità di giudizio non priva di durezza e un profondo rispetto dei principi etici e deontologici. I nativi di questo segno hanno un grande rispetto dei diritti altrui, sia dal punto di vista sociale che in amore, non saranno mai quindi invadenti e prepotenti, semmai dilaniati dal dubbio, nel tentativo perenne di voler raggiungere un giudizio perfettamente equo. L’indecisione, quindi, è una delle caratteristiche preponderanti del segno, oltre alla continua ricerca formale della perfezione assoluta e alla tendenza a disporre tutte le cose in perfetta simmetria, per soddisfare il forte senso estetico e l’inconscio bisogno di ordine, anche se solo apparente. Nessun altro segno, nello Zodiaco, ha così sviluppato l’orrore per la sporcizia; ancor più della Vergine che si rompe la schiena e usa le sue stesse mani per combattere il più piccolo granello di polvere, la Bilancia è assolutamente schizzinosa e, non appena è possibile, delega l’ordine e la pulizia ad altri. Infatti, pur desiderando vivere in un ambiente pulito, quasi sterilizzato e ordinato, rifiuta di avere un contatto diretto con le cose sporche ed ha una paura folle di infettarsi, di contaminarsi, per cui affiderà ad altri il compito materiale e, naturalmente, esigerà che il risultato sia perfetto. Il suo famoso savoirfaire e il suo equilibrio possono venire a mancare qualora vi siano forti pressioni impositive e limitative per la sua libertà, e allora emergerà, inaspettata, un’insolita violenza e determinazione nell’imporre un netto e categorico rifiuto.
ALTRE INFORMAZIONI SUL SEGNO

I MITI LEGATI AL SEGNO DELLA BILANCIA
Il mito che più di ogni altro calza al simbolismo della Bilancia è quello di Psiche ed Eros. In esso è racchiusa l’ansia della ricerca dell’altro, del complementare ed è soltanto nella conoscenza e soffrendo le incertezze e tutte le incognite dell’incontro, che accetta il rischio di una delusione e fatica per realizzare l’unione. Psiche, donna estremamente perfezionista e piena di ideali, posa Eros, Dio dell’Amore; essi vivono insieme in luogo oscuro dove l’uno non potrà mai vedere i tratti dell’altro. Psiche, però, non resiste al desiderio di guardare lo sposo, nonostante l’espresso divieto degli Dei dell’Olimpo, e accende la lampada a olio (la lampada della sapienza) quel tanto che basta per illuminare un poco il volto del consorte, e mentre lo osserva rapita ed estasiata per la sua bellezza, una goccia d’olio colata dalla lanterna sveglia Eros che, indignato per la disobbedienza di Psiche, fugge via abbandonandola. Da questo momento ha inizio l’odissea di Psiche che, sconsolata e pentita per avere . troppo osato, vaga errabonda per tutta la terra, cercando disperatamente Eros e piangendo sulla perduta felicità. A nulla serve salire sulla Torre della Conoscenza, e allora Psiche, disperata, medita di suicidarsi gettandosi dalla rupe, quando una voce misteriosa le suggerisce di scendere agli Inferi per cercare l’orcio dei profumi magici di Persefone, ma per arrivare a esso dovrà superare molti degli ostacoli infernali. Riesce a impossessarsi dei preziosi oli, ma un gesto istintivo e incontrollato fa uscire le essenze dal vaso che la stordiscono e la precipitano in un sonno profondo e mortale. Eros, intenerito, intercede per lei presso gli Dei e la riconduce nell’Olimpo dove viene celebrato il matrimonio. In questo mito sono presenti le caratteristiche dei nativi della Bilancia: il timore dell’ abbandono, la sensibilità alla bellezza e l’aspirazione a un legame che consenta di trovare l’equilibrio. Il desiderio di Psiche di disobbedire (la disobbedienza è ancora una caratteristica della Bilancia) agli Dei non è suggerito dalla razionalità, ma dal desiderio di abbandono emotivo che costituisce l’essenza dell’erotismo umano e, soprattutto, bilancino. L’indecisione invece, anche questa marcata caratteristica del segno, emerge dal mito di Adone che, indeciso fra l’amore per Persefone e quello per Venere, non sapendo quale delle due scegliere, per volontà del padre Zeus trascorrerà sei mesi sulla Terra con Venere e sei mesi agli Inferi con Persefone.

LA BILANCIA IN AMORE
L’amore per la Bilancia è l’aria che respira, è la linfa vitale di cui si nutre, è un elemento indispensabile al suo equilibrio. Questo segno non ha grandi ambizioni di realizzazione, perché le sue ambizioni si riversano semplicemente nel sociale circostante, nei rapporti con gli altri, dei quali non può assolutamente fare a meno. Ma il nativo del segno della Bilancia si sentirà mozzo e incompleto se non riuscirà a realizzarsi in un rapporto di coppia; già il simbolo del segno si riferisce all’esigenza di equilibrio, ed è comunemente considerato un segno doppio, essendo composto di due elementi distinti, il cui significato già accennato in premessa è la ricerca del complementare, la rinuncia all’ egopatia e all’egoismo dell’opposto Ariete per accettare e considerare i diritti dell’altro, stabilendo un equilibrio e ponendo di fronte due realtà egualmente importanti. Questo segno, sia al maschile che al femminile, desidera ardentemente un legame profondo e duraturo e, una volta scelto il partner, dopo mille valutazioni analitiche e selettive, certamente sarà per sempre, e insieme vivranno un rapporto ideale fatto di dolcissime attenzioni e di amicizia, lasciando però all’altro anche dei piccoli spazi tutti per sé, ben consci della necessità di rispettare l’individualità e la libertà altrui. La Bilancia è sicuramente capace del vero amore oblativo, scevro dalle smancerie e dalle coccole infantili del Cancro; non generoso e possessivo come quello del Leone, il suo sarà un amore fatto principalmente di rispetto, di piccole attenzioni affettuose, di profonda intesa e conoscenza intima reciproca e complice. Il partner Bilancia cercherà soprattutto di comprendere le esigenze dell’altro, non si porrà mai aggressivamente, ma affronterà sempre diplomaticamente i problemi; è un esteta e un cultore della bellezza e sarà sempre attento all’aspetto formale ed estetico di se stesso e del partner. Il bilancino vive con profonda partecipazione emotiva il rapporto sentimentale e nulla può causargli ferite così laceranti e dolorose, come una delusione d’amore o un’infedeltà, proprio perché egli investe nel rapporto tutte le proprie risorse e ripone nel partner tutte le proprie aspettative. Spesso è l’eccessiva disponibilità e il grande desiderio di realizzare l’unione che lo spinge al rischio di rapporti deludenti o di scelte sbagliate, ma proprio perché l’amore per lui è tutto, non potrà accettare rapporti deludenti e allora, dopo molte indecisioni e attraverso un doloroso processo selettivo ma logico, spezzerà drasticamente il vincolo senza troppi rimpianti. Una volta trovato il proprio complementare ideale, il rapporto dovrà essere consacrato da tutti i crismi, legalizzato e ufficializzato. Nessuno come la Bilancia, in tutto lo Zodiaco, sogna il bel matrimonio con lei in abito bianco lungo e lui in tight, tanti invitati e tutti gli amici intorno in un insieme armonioso. L’altare è l’obiettivo della Bilancia e su questo obiettivo essa impernia e orienta la propria vita; col tempo desidera anche una famiglia e nei confronti dei figli sarà un genitore forse un po’ troppo indulgente e comprensivo, capace però di durezza e severità quando è necessario.

I SEGRETI SESSUALI DELLA BILANCIA
Innanzitutto il nativo della Bilancia è un esteta selettivo anche un po’ schizzinoso, e non si lascerà quindi coinvolgere dal primo venuto; sia l’uomo che la donna desiderano un partner che soddisfi prima di tutto l’occhio, ed è quindi escluso che possano essere attratti da persone che non siano esteticamente belle. Vi sono persone dotate di un grande fascino, ma la Bilancia è troppo sensibile alla bellezza nel vero senso della parola, per lasciarsi andare a entusiasmi per questi tipi. Ha un orrore innato per gli inestetismi, aborrisce le verruche, i porri e le deformità in genere e li individua al primo colpo d’occhio e, a proposito della sua proverbiale schizzinosità, al contrario del suo antagonista Ariete, che ama gli effluvi naturali, essa detesta le puzze» in genere come i profumi troppo forti e troppo dolci. Una volta entrati nelle grazie di un Bilancia bisognerà rassegnarsi ad aspettare un ragionevole periodo di tempo prima che esso si conceda completamente. Questo segno non è incline al flirt e all’avventura passeggera e ha bisogno di arrivare per gradi alla completa intimità; è molto sensibile alle sorprese, per le quali rnanifesterà un incredibile entusiasmo; ama moltissimo gli omaggi floreali, ma più di tutto ama i rami di fiori d’albero da frutta: il ramo di fiori di pesco, di mandorlo, di melo, oltre naturalmente ai fiori d’arancio che sono i suoi preferiti. Inoltre, ha un grande senso dello stile, per cui può bastare un minimo gesto sgradevole o una parola volgare a raffreddarIo; esso detesta la volgarità, mentre gli piace suscitare l’ammirazione, è molto sensibile ai complimenti che blandiscono garbatamente la sua vanità, ma saprà captare istintivamente le note false e artefatte che potrebbero profondamen­te ferirlo. E’ sensibile alla gradevolezza dell’ambiente, all’eleganza dei dettagli, alle nuances delicate, all’insieme armonioso, alla luce delle candele, magari profumate, che riflettono la luce negli occhi del partner; ama essere guardato a lungo negli occhi e, se si saprà stimolare anche la sua fantasia e gli si farà ballare una musica lenta e dolce, non occorrerà altro perché abbassi le sue difese razionali. Vista la sua grande sensibilità all’arte, non solo non si scandalizzerà, ma apprezzerà vecchie stampe e riproduzioni di scene erotiche che ne susciteranno il desiderio, oppure apprezzerà la lettura di poesie e poemi d’amore, o il vedere un bel film anche erotico, purché non superi i limiti del buon gusto. E molto sensibile alle carezze fra i capelli, ma detesta essere spettinato; il suo abbigliamento è perfetto nella scelta della biancheria intima è sofisticato e raffinato e ama trovare anche nello svestire il partner gradevoli sorprese. Ama le lenzuola di raso e di seta, i tessuti morbidi e lisci che accarezzano la sua pelle setosa. La pelle è, appunto, uno dei punti più sensibili del suo corpo, adora essere massaggiato con oli aromatici, con movimenti lenti e circolari che ne stimolano la lussuria, ma pensa che tutto ciò sia incompleto senza la passione. La Bilancia ama sentirsi dire quanto lo si desidera, ama le frasi dolci e sussurrate all’orecchio, ama creare situazioni di equilibrata intimità senza complicazioni e non accetterà mai una relazione con un partner già sposato o comunque già legato. La Bilancia adora le lunghe carezze sul corpo, sulle spalle e alla base della schiena sulle reni, ama gli specchi e non disdegna di guardarsi, col partner, mentre fa l’amore; stupirà, allora, quanto possa lasciarsi coinvolgere dalla passione e dalla fantasia erotica e sarà disposto, dopo un primo ram porto, a inventare sempre nuovi giochi amorosi e, più si sentirà dire che è bello e desiderabile, più ne aumenterà l’eccitazione.Se la Bilancia sta instaurando un nuovo rapporto ed è la prima volta che si concede, non ci si stupisca se disinvoltamente tirerà fuori un profilattico o chiederà al partner di fare il test dell’Aids: il suo terrore panico per le infezioni e il contagio lo spingono a una grande prudenza.

Dal libro “Astroguida” di Maria Grazia Barilli – ®